Salta al contenuto principale
Please enable JS

Archivio mensile

Fase di sviluppo di Coaching aziendale: lo switch del Mindset

A seguito del primo incontro con l’AD o il Board che prevede la raccolta di informazioni utili per fornire strumenti di osservazione al Team Leader, si passa a una fase di sviluppo che porterà l’AD o il Board a un cambiamento di prospettiva e acquisizione di nuove competenze manageriali.

Il cambiamento è un meccanismo che nel mondo della formazione viene definito switch mentale, ovvero la capacità di osservazione da una posizione “superiore”.

Di seguito alcuni esempi di switch mentale:

Coaching Board: guidare un team significa ascoltare

La mia seconda area di competenza come coach è il coaching board e si lavora con gruppi di massimo quattro persone. Il Board è formato dalle proprietà o dal CdA, organi con in carico la leadership aziendale, un insieme di persone con equilibrio delicato che necessita di consulenza e assistenza per riuscire ad ascoltare il team e lavorare in armonia.

Il Coaching Board si focalizza su cinque obiettivi:

Coaching one to one: migliorare significa conoscere sé stessi

L’obiettivo del Coaching one to one è fornire agli AD o singoli manager delle nuove risorse efficienti ed efficaci per guidare il proprio team e la propria azienda. Per raggiungere questo obiettivo il compito del coach è reincorniciare la situazione. Cosa s’intende? Procediamo per gradi.
Le reazioni ad un determinato evento sono influenzate dai seguenti fattori:

Coaching aziendale: la performance del tuo team è qualitativa?

Partiamo da un presupposto fondamentale: non esiste performance quantitativa se alla base non c’è una performance qualitativa. I numeri, i kpi, i risultati saranno un lontano miraggio, se la performance del team non si basa sulla qualità del lavoro svolto. Nell’immaginario collettivo qualità è sinonimo di qualcosa che è fatto bene, con precisione, ma nel coaching la qualità sottintende anche concetti come lo sviluppo personale, la motivazione del team e la crescita manageriale.

“It’s time to lead”, il coaching che cambia il modo di vivere la leadership

“It’s time to lead” significa consapevolezza. Significa essere coscienti della necessità del cambiamento. È un invito a mettersi in gioco, un’esortazione a prendere in mano le redini della propria carriera, del proprio ruolo di leader. Significa cambiare prospettiva, e per fare questo bisogna imparare a conoscere sé stessi, per dare nuova linfa e un nuovo orientamento strategico alla propria azienda. Facile a dirsi, ma a farsi?

La realtà è che per un AD è sempre più difficile riuscire a cambiare rotta.

Coaching aziendale: la formula vincente per la performance di successo

Il corso di coaching aziendale proposto si genera da una formula.
Personalmente la definirei magica con l’unica differenza che per il risultato desiderato è necessario un profondo e costante lavoro sulla propria identità.

La formula fornisce un modello chiavi in mano da seguire e a fine lettura qualsiasi leader sarà in grado di dare il via al cambiamento.

La formula: